Roma

10 ottobre 2016
Presentazione Dossier Indifesa


QUANDO
Ore 10.00 – 12.30
PALAZZO GIUSTINIANI
SALA ZUCCARI
Via della Dogana Vecchia, 29 – ROMA



Modera: Maria Concetta Mattei, Giornalista RAI
Saluto del Presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso

RELATORI
Patrizia Toia, Vicepresidente della Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia
Cécile Kyenge, Membro del Parlamento Europeo
Lia Quartapelle, Ufficio di Presidenza della Commissione Esteri
Maria Carla Bocchino, Primo Dirigente della Polizia di Stato, Direzione Centrale Anticrimine
Donatella Vergari, Segretario Generale Terre des Hommes Italia
Raffaele Salinari, Presidente Terre des Hommes Italia
Federica Giannotta, Responsabile Advocacy Terre des Hommes Italia
Suhad Ahmed Ali, Direttrice SFWS Zarqa
Marianna Kolovou, Direttrice del Centro ARSIS a Salonicco.


La Campagna indifesa ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica

Cosa facciamo

"Finché un solo bambino rimarrà affamato, malato, abbandonato, infelice e sofferente, chiunque sia, dovunque sia, il movimento Terre des Hommes, creato per questo scopo, si impegnerà per il suo immediato e completo soccorso." (Edmond Kaiser, Fondatore Terre des Hommes)

Apriamo e sosteniamo centri di accoglienza per bambine e ragazze vittime di sfruttamento, bambine-spose e ragazze disabili. In questi luoghi offriamo supporto psicosociale, educazione informale, corsi ricreativi in base alle diverse fasce d’età, corsi di professionalizzazione e un posto sicuro dove le bambine possono finalmente vivere serene, riappropriarsi della loro infanzia, fare amicizia e iniziare a sognare un futuro migliore. I nostri operatori non si chiudono nei centri ma sono delle vere e proprie sentinelle: si recano nei luoghi dove è più facile incontrare ragazze sfruttate o maltrattate, ad esempio nei mercati e nelle scuole. Fanno domande, le aiutano ad aprirsi e offrono loro una via d’uscita dalle sofferenze che sono costrette a subire. In diversi paesi lottiamo contro l’infanticidio femminile: lo facciamo instancabilmente, seguendo la gravidanza, sensibilizzando le famiglie per settimane o mesi e nei casi in cui non ci sia alternativa, accogliamo le neonate nei nostri centri dove potranno crescere serene.

La nostra azione non si ferma all’estero ma lavoriamo anche in Italia per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla condizione delle bambine nel mondo e nel nostro paese. Dal 2012, ogni anno stendiamo un dossier che presentiamo alle istituzioni, abbiamo realizzato varie indagini sul maltrattamento sui bambini e sulle bambine, che ci hanno permesso di arrivare a una prima quantificazione del fenomeno nel nostro Paese, dei costi dovuti alla sua mancata prevenzione e a formare decine di pediatri sul maltrattamento.

Resta ancora molto da fare, scendi in campo con noi indifesa delle bambine!